Tu sei qui

126 | 2011-03-29 Acqua osmotizzata e calcoli renali

Gentile Dott. Temporelli le sarei veramente grato se potesse dirmi qualcosa in merito ai depuratori domestici per acqua ad osmosi sarei intenzionato ad installarne uno, in quanto stanco di comprare bottiglie di plastica. Ho una figlia che ha problemi di calcoli. I minerali presenti nell'acqua sono organici o inoganici?
Grazie mille.
Saluti.
Giuseppe

Risposta:
Buongiorno,
Gli impianti ad osmosi inversa sono in grado di ridurre fortemente il contenuto di sali minerali presenti nell'acqua, restituendo quindi da una parte un'acqua molto leggera (il permeato che viene bevuto), dall'altra un'acqua ricca di sali (il concentrato che va allo scarico). Tutti gli impianti sono comunque dotati di valvola di miscelazione che consente di regolare a piacimento il contenuto salino dell'acqua in uscita.
Il calcio contenuto nell'acqua non è la causa della formazione dei calcoli, i quali si possono formare per vari motivi, generalmente legati a malfunzionamenti dell'organismo o all'alimentazione. Le acque con pochi sali minerali vengono assorbite dall'intestino più rapidamente di altre e transitando per i reni ne aiutano il lavaggio; in ogni caso è la quantità che aiuta a prevenire la formazione di calcoli e ad espellere quelli di piccole dimensioni, i medici consigliano infatti per questa patologia di bere molta acqua.
Cari saluti
Dott. Giorgio TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei