Tu sei qui

131 | 2011-05-11 Depuratori osmosi inversa

Salve dott. Temporelli, sono un fisico che lavora in ambito ospedaliero. Le mando questa mail perché ho appena letto il suo articolo sui depuratori dell'acqua domestici e le truffe che vengono portate avanti. Io mi sono trovata nella stessa situazione accettando un sistema ad osmosi inversa ………….., ora leggendo su internet ho diversi dubbi... ho paura che avvenga la completa demineralizzazione dell'acqua. Loro mi hanno detto che verrà regolata la conducibilità elettrica dell'acqua, e che quindi il contenuto di sali minerali non viene alterato. Io ora su questo ho dei seri dubbi. Mi dà qualche elemento in più... per controbattere con il venditore sull'affidabilità del loro sistema di depurazione. Voglio precisare che l'acqua del rubinetto di casa mia è un'acqua di sorgente... con un valore di conducibilità intorno ai 200 µS. Le chiedo inoltre se è possibile avere delle informazioni su eventuali altri sistemi disponibili in commercio??
Grazie della disponibilità.
Distinti saluti

Risposta:
Buongiorno dott.sa, mi fa piacere, anch'io come lei sono un fisico e ho fatto la tesi in ambito sanitario presso l'Ospedale Galliera di Genova, mi sono occupato della taratura di una macchina, il WBC, per la misura della contaminazione interna.
Ritornando all'acqua posso dirle che i suoi dubbi sono fondati, l'osmosi inversa ha, come peculiarità, quella di ridurre il contenuto salino. E' vero, questi impianti sono dotati di un rubinetto di miscelazione che permette, regolandolo, di ottenere un'acqua non proprio demineralizzata, comunque considerando che la sua acqua sorgiva è già leggera (se fosse un'acqua in bottiglia con 200 microS sarebbe classificata come oligominerale) direi che quello ad osmosi è l'ultimo dei trattamenti da effettuare.
Altri sistemi ce ne sono, però innanzitutto bisogna capire se la "sua" acqua necessita di un trattamento. La sorgente alimenta un acquedotto (e quindi l'acqua viene potabilizzata), oppure è una sorgente privata la cui acqua viene consumata tal quale? In quest'ultimo caso il problema più diffuso è quello della contaminazione microbiologica, in tal caso potrebbe essere sufficiente e consigliato un sistema di disinfezione UV (rende l'acqua microbiologicamente potabile senza alterarne le caratteristiche organolettiche), se invece l'acqua esce da un acquedotto tale problema non dovrebbe sussistere.
Se ci sono invece altre criticità non esiti a ricontattarmi.
Sperando di aver fatto cosa gradita la saluto cordialmente
Dott. Giorgio TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei