Tu sei qui

208 | 2013-01-28 Carboni o osmosi

Buongiorno ho da tempo un sistema di purificazione (parola grossa !!)mediante carboni attivi installato dalla azienda municipalizzata nell'ambito della campagna xxxxxx a Verona con macchina che fornisce acqua temp. amb., fredda e frizzante per cui pago 30 € al mese più le bombole di CO2. Circa 15 gg fa mi ha telefonato un'altra azienda di Legnago che, mi scrive: "come da anticipazione telefonica sono a comunicarle che il servizio xxxxxx dal 1° ottobre non è più gestito da xxxxxx bensì dall'azienda xxxxxx, che fino ad ora si è occupata della manutenzione della macchina a casa vostra. Se le interessa riscattare il suo impianto, il costo è di euro 968,00 iva inclusa (tenga presente che un apparecchio nuovo verrebbe a costare 1590,00 euro).
Mi sono imbattuto in un centro commerciale in uno stand provvisorio dell'az.xxxxxx dove ho visto la macchina erogatrice uguale alla mia e la proponevano gratis pur di far venire un tecnico a casa. Mi sono iscritto ho ricevuto il tecnico il quale mi ha proposto il sistema di filtrazione ad osmosi inversa facendomi vedere come la ...trasmissibilità elettrica (forse sbaglio) accertata con un apparecchietto nero infilato nel bicchiere era molto migliore sia dell'acqua del rubinetto che di quella del mio attuale impianto. Morale della favola per 1.800,00 € mi forniscono filtri per 13 anni, impianto osmosi inversa refrigeratore e gassatore acqua , rubinettino per lavello, 4 bombole CO", 4 bottiglie blu con loro logo, installazione ed opzione trasloco per quando mi trasferirò (a loro dire pagherò soltanto l'uscita 20-25). Chiedo quindi se conviene aderire al diritto di recesso o se è veramente migliore l'acqua filtrata con osmosi inversa visto il costo abbastanza elevato.
Grazie
Alessandro

Risposta
Buongiorno,
Per quanto riguarda l'impianto di affinamento da usare le posso dire che, partendo dal presupposto che l'acqua erogata dall'acquedotto è già potabile, la parte più importante la fa il frigogasatore, che è presente in entrambi i modelli. Sia i carboni attivi sia l'osmosi inversa sono idonei al trattamento delle acque destinate al consumo umano, i primi però rimuovono essenzialmente solo gli eventuali retrogusti e sapori, ovvero migliorano l'acqua dal punto di vista organolettico, le membrane ad osmosi invece rimuovono anche il contenuto salino dell'acqua (regolabile peraltro con valvola di miscelazione). Generalmente quest'ultimo trattamento può essere considerato sovrabbondante rispetto alle reali necessità di affinamento dell'acqua di rete.

Non essendoci problematiche particolari nell'acqua di partenza (almeno non me ne ha segnalate.....) dal punto di vista tecnico entrambe le soluzioni sono accettabili, quello che in questo caso può far decidere nella scelta è l'aspetto economico, valuti serenamente tenendo presente l'offerta che nel suo caso le offre più garanzie e vantaggi in tal senso. Da quanto mi ha segnalato mi pare di capire che tale scelta possa essere l'osmosi inversa.

Un caro saluto
Dott. Giorgio TEMPORELLI
www.giorgiotemporelli.it

Webmaster Tudor Andrei