Tu sei qui

252 | 2014-09-02 Acqua osmotizzata tecnica di vendita

Salve
da poco più di una settimana lavoro per un azienda di depuratori ad osmosi inversa, e le scrivo perchè non sono sicuro dell'attendibilità di esse. Come prima analisi, che fanno a domicilio tramite un kit apposito, c'è il test della conducibilità elettrica con il conducimetro paragonato alla tabella di Vincent. Dopo aver trovato i vari parametri fanno vedere questi dati in modo visivo prendendo dei campioni di acqua e versando in ciascuno 10 gocce di idrossido di potassio per solidificare le sostanze contenute nell’acqua e dell’ossichinolina per far cambiare colore all’acqua e far risaltare i precipitati.
Ora vorrei chiederle:

- queste sostanze esistono?
- idrossido di potassio serve a far solidificare le sostanze e farle precipitare?
- è attendibile come analisi?

le faccio queste domande per un fatto etico e morale perchè non voglio truffare la gente.

Cordiali saluti
Angelo

Risposta
Buongiorno Angelo,
i reagenti usati nei test servono per evidenziare la presenza di sostanze normalmente disciolte nell'acqua (contenuto salino), con l'acqua osmotizzata (e non miscelata) tali prodotti non evidenziano giustamente nulla in quanto tale acqua è pressochè distillata.
Il problema della "truffa" nasce se e quando il venditore cerca di motivare queste differenze al potenziale acquirente screditando la qualità dell'acqua di rete (magari senza nemmeno conoscerla) e quella delle minerali in bottiglia.
Segnalo in proposito il mio ultimo lavoro editoriale “Acqua: sai cosa bevi?” pubblicato da Il Pensiero Scientifico Editore http://www.pensiero.it/ecomm/pc/viewPrd.asp?idcategory=3&idproduct=654 dove si parla anche di osmosi inversa e relativa tecnica di vendita... se poi ci fosse dell'altro possiamo sentirci al telefono

Un caro saluto
Dott. Giorgio TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei