Tu sei qui

41 | 2009-01-20 Anticalcare magnetici

Buongiorno Professore,
Come anticipatoLe invio lo scritto che accompagna un apparecchio anticalcare sul quale gradirei il Suo parere.
Apparato elettrico in bassa tensione che elimina i problemi derivanti dalla precipitazione del carbonato di calcio presente nell'acqua.
“Il calcare. L'acqua contiene colloidi di carbonato che sono destinati ad ingrossarsi per la progressiva decomposizione dello ione di bicarbonato dopodiché si depositano sulle superfici delle tubazioni sotto forma di germi di cristallizzazione di calcite compatti e fortemente adesivi causando incrostazioni di calcare. Dopo che l'acqua ha attraversato il dispositivo le particelle di carbonato si trasformano in germi cristallini di aragonite che tendono a rimanere in sospensione e ad essere asportati dal movimento stesso dell'acqua. La struttura rombica dell'aragonite è tale per cui le particelle non si aggregano ma restano in sospensione e quindi non sono in grado di causare incrostazioni. Le proprietà dell'acqua rimangono inalterate in quanto nulla viene tolto o aggiunto semplicemente viene cambiata la struttura cristallina del carbonato di calcio. Vantaggi:eliminazione delle incrostazioni di calcare che non solo possono danneggiare le tubature ma riducono l'efficienza di elementi come boiler, caldaie, generatori di vapore ed in generale di tutti gli apparati che generano uno shock termico dell'acqua. Per lavatrici e lavastoviglie si elimina l'utilizzo di addolcitori e si usa una quantità inferiore di detersivi con risultato positivo ed ambientale. Viene realizzato in qualsiasi formato da 3/8 di pollice fino ai 10 pollici ;non richiede manutenzione ed ha vita pressoché illimitata essendo un elemento statico”.
Professore,tutto questo ha un fondamento scientifico? La ringrazio molto del suo parere e dell'indicazione degli svarioni che lo scritto contiene.
Mi auguro di poterLa incontrare presto, cordialmente.
Ippolito

Risposta:
Buongiorno sig. Ippolito,
Quello che riportano i produttori/venditori di dispositivi anticalcare magnetici non è tutto sbagliato, ci sono dei fondamenti teorici, la questione della cristallizzazione del carbonato di calcio in aragonite anziché calcite è davvero influenzata dal campo magnetico ma anche da numerosi altri fattori (pH, velocità dell'acqua, presenza di ioni ferro.....), per questo motivo le esperienze con questi apparecchi non danno sempre lo stesso risultato, dipende insomma dal tipo di acqua che si deve trattare e dalle condizioni operative.
Allego in merito un articolo (in II parti) che avevo scritto un pò di anni fa su una rivista tecnica e la invito a visitare il mio sito. Non esiti a contattarmi per altre questioni.
Cari saluti
Dott. Giorgio TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei