Tu sei qui

74 | 2009-11-17 Trattamento acqua osmosi

Sono Luca dalla provincia di Ancona, l'ho contattata telefonicamente sabato 14 novembre ore 12:30 circa, mi scuso ancora perché mi sono intromesso improvvisamente da estraneo ma ho visto delle pubblicazioni su internet e dopo una breve ricerca mi sembra di aver capito che lei sull'argomento acqua ne sa abbastanza. Nella nostra zona l'acqua ha questi valori:
pH 7,6
conduttività 718
residuo fisso a 180 C mg/l 484
durezza totale f° 35
cloruro mg/40,5
magnesio mg/l 16,1
potassio mg/l 2,8
sodio mg/ 30,2
solfato mg/ 96,6
nitrato mg/ 10
floruro mg/ 0,4
litio ug/ 14,3>

Il problema non sono tanto i valori dell'acqua ma sui rubinetti ho problemi con il calcio e sporcizie varie ora per il calcio ho messo dei inverter ionici e le cose sono migliorate prima avere l'acqua calda era un problema.
Un paio di giorni fa è venuto un tizio della ................ Che proponeva una macchina a osmosi inversa da mettere sotto il lavello quelle senza serbatoio aggiuntivo quindi prive di lampade antibatteriche .premetto che non mi fido di nessuno ma sull'argomento acqua e peggio dell'area 51 . Se io metto un addolcitore sul contatore principale risolvo il problema del calcio sulle tubature ; degli eletrodomestici ecc. Ma ho l'acqua che non posso bere ; ma se la tratto con il filtraggio a osmosi inversa non avrò l'acqua come la levissima propinata dal tizio ma la potrò bere tranquillamente??? Tra l'altro la macchina e le sostituzioni dei filtri una volta l'anno costa 240 euro il macchinario 2000 la prego mi aiuti sono disperato sul da farsi.

Risposta:
Buongiorno Luca,

I dati che mi sottopone mostrano un'acqua che rientra pienamente nei parametri di potabilità, secondo quanto previsto dal D.Lgs 31/2001. Le preciso che l'idoneità al consumo umano di un'acqua va stabilita proprio con il D.Lgs 31/2001 e non secondo i valori consigliati dall'OMS, come le suggeriva invece il venditore che l'ha contattata.Il valore di durezza di 35°F è abbastanza alto, ciò potrebbe essere causa di sporcamento dei lavelli e delle stoviglie (macchie bianche), nonché otturazione dei diffusori della doccia, ecc.; problemi che peraltro mi pare lei abbia già risolto con l'installazione di un dispositivo anticalcare. Dal punto di vista sanitario nessun problema invece, la correlazione tra insorgenza di calcoli e la presenza di calcio non sussiste, vengono invece generalmente consigliate acque più leggere in caso di patologie legate alla funzionalità renale. L'acqua osmotizzata e opportunamente rimiscelata (per conservare un tenore residuo di minerali) andrebbe bene, usufruirebbe in tal modo di un'acqua più leggera e priva di retrogusti; se invece non volesse a tutti i costi ridurre il contenuto salino potrebbe optare, con costi decisamente più contenuti, per un sistema costituito da prefiltro e filtro a carbone con struttura composita, in questo modo verrebbero eliminati gli eventuali retrogusti ed il materiale in sospensione, ma l'acqua conserverebbe pressoché intatta la sua composizione salina.
Sperando di esserle stato d'aiuto la saluto cordialmente.
G.TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei