Tu sei qui

80 | 2010-01-13 Acqua pozzo

Gent. Dott. Temporelli,
cercando delle informazioni sulla potabilità dell'acqua ho trovato un Suo articolo critico sul processo osmosi, che mi ha sorpreso, perché in tanti centri commerciali vendono quegli apparecchi e mi son chiesto se questo processo di osmosi non è poi così utile, perché non fermare questa attività?
Cmq, io sono a Vigevano in provincia di Pavia.Qui c'è un pozzo profondo solo 10 metri. Mi ero accorto che l'acqua lasciava un fondo rosso nelle bottiglie,e tracce sui sanitari, e così ho chiesto all'idraulico cosa ne pensava.
Lui dice che l'ha fatta analizzare dall'asl, che lo fa gratuitamente, e dice che è piena di batteri e che non posso nemmeno lavare la frutta. L'impianto di depurazione per un acqua potabile top, dice che costa circa 3000 euro.
Poiché sapevo che, più volte nei centri commerciali vendevano questi impianti ad osmosi, mi sono rivolto ad uno che mi ha detto che per legge, non può mettermi per iscritto che mi trasforma la mia acqua in acqua potabile,per delle voci della legge un po' sciocche,secondo lui, ma che mi garantisce per iscritto che se faccio analizzare l'acqua, dopo che è passata dal suo depuratore non avrò più ne batteri ne acidi diserbanti (che qui vengono dalle risaie).Poi mi chiedeva il test dell'acqua perché in base a quello avrebbe agito aggiungendo o togliendo quanto più opportuno.
Io ho chiamato l'asl per il test e a Vigevano mi rimandano ad una ditta che vuole circa 500 euro per analizzare l'acqua.
A me interessa potere cucinare e lavare frutta e verdure, per bere, ho sempre preso le bottiglie al supermercato e va bene. I batteri mi hanno detto che sotto ebollizione muoiono, ma n sarei contento di fare assorbire a ciò che cucino gli acidi diserbanti, se ce ne sono, poi la frutta e la verdura devo poterla lavare senza problemi.
Se ha qualche consiglio da darmi Le son grato, non so bene come ripagarla, ma un regalo simbolico posso sempre mandarglielo se mi dice di cosa si interessa. Ho buoni agganci nel settore della musica e dei trasporti.
Grazie
Buona serata
Vittorio

Risposta:
Buongiorno,
viste le problematiche che mi ha sommariamente descritto (colore rosso e presenza batterica) direi che l'acqua non è dell'acquedotto e che il pozzo da cui attinge è privato.
Sono anche io convinto che, per formulare un trattamento idoneo, si debba avere un'analisi dell'acqua; se avesse modo di inviarmi quello effettuato dalla ASL sarebbe una buona base di partenza. In ogni caso sono certo che sarà indispensabile prevedere:
• un sistema di disinfezione, che potrebbe essere un dosaggio di cloro con pompa dosatrice in vasca di accumulo piuttosto che un sistema UV in prossimità del punto d'uso o nella tubazione di ingresso dell'appartamento
• il ferro sarà probabilmente in forma bivalente (ferroso), quindi disciolto nell'acqua, che una volta in contatto con l'ossigeno si ossida e precipita (lasciando il colore rossastro) in forma ferrica.
• per pesticidi e altri inquinanti potrebbe bastare del carbone attivato però per questa parte ho bisogno delle analisi dei probabili inquinanti.
Rimango disponibile ad effettuarle una piccola consulenza mirata all'individuazione del sistema di trattamento più idoneo per la potabilizzazione della sua acqua; nel qual caso dovrei però conoscere: rapporto analisi, attuale sistema di trattamento (se esiste), portata (per 1 rubinetto o tutto appartamento).
Cari saluti
Dott. G.TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei