Tu sei qui

91 | 2010-02-23 Durezza calcarea

Egr. Sig. Temporelli, ho avuto il piacere di leggere il suo articolo in internet.
Mi permetto di chiederle un consiglio. Io abito a Venegono Superiore (VA) ed abbiamo un'acqua potabile molto buona. Forse l'acqua contiene più calcio del previsto dato che ogni 3/4 mesi trovo un deposito calcare nel filtro dei rubinetti e penso anche sulle resistenze di lavatrice e lavastoviglie.
Chiedo cortesemente un suo consiglio se vale la pena montare all'entrata un filtro che riduca questo inconveniente e se si che tipo di filtro e di che marca. Ringrazio sentitamente per una sua cortese risposta.
Cordiali saluti
Arnold

Risposta:
Buongiorno,
Innanzitutto vorrei chiarire che la presenza di durezza calcarea nell'acqua, dovuta essenzialmente ai sali di calcio e magnesio, può creare inconvenienti tecnici (se in concentrazione elevata) dovuti alle incrostazioni, nessun problema per la salute per il soggetto sano: calcio e magnesio svolgono ruoli importantissimi nell'organismo e personalmente non andrei ad addolcire l'acqua. Ovviamente a patto che la durezza sia così elevata da creare controindicazioni notevoli, in quel caso consiglierei l'installazione di un dispositivo addolcitore a resine (scambio di sali di calcio e magnesio con sali di sodio non incrostanti) piuttosto che un anticalcare magnetico (non riduce la durezza ma modifica la forma cristallina del carbonato di calcio rendendolo meno incrostante). Per conoscere il valore di durezza della sua acqua si rivolga al gestore d'acquedotto.
Sperando di aver fatto cosa gradita la saluto cordialmente.
Dott. Giorgio TEMPORELLI

Webmaster Tudor Andrei